Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

27° Convegno Internazionale a Montesilvano (PE): “L’uomo multidimensionale, Oltre i confini della mente”

28 Aprile @ 16:00 - 1 Maggio @ 16:00

Dal 28 aprile al 1° maggio 2022 si svolgerà c/o la Sala Congressi Grand Hotel Adriatico il 27° Congresso Internazionale.

Il 27° Convegno presenta un programma ricco di argomenti: grande spazio sarà dato alla spiritualità, la salute, il benessere, la guarigione spirituale, il destino dell’anima, gli angeli, lo sciamanesimo, con l’apporto di scienziati di fama internazionale. Il nostro impegno è offrire il massimo nella qualità dei relatori, provenienti da diverse parti dell mondo e connazionali, tutti di altissimo livello culturale e scientifico.

Sabato 30 aprile, dalle ore 17,15 alle ore 18,15 ci sarà l’intervento del dott. Claudio Pagliara su Nuove frontiere della medicina: ogni tua cellula è un ologramma”

Sempre Sabato 30 aprile, alle ore 21,15 ci sarà : “Tavola rotonda: La vita, la morte, e la vita dopo la morte” . Conduce: Giuliana Vial,                                                                                                                                con la partecipazione di: Chantal Dejean, Bernard Rouch e Claudio Pagliara.

Link per Programma completo del Convegno

 

Riporto alcuni passaggi del libro “La Salute con l’Acqua” con sottotitolo “Che tipo di acqua bere”:

“Forse ti starai chiedendo perché un oncologo si interessi dell’acqua e, soprattutto, dell’acqua da bere, fino al punto da scrivere un libro divulgativo.

L’eventuale domanda è assolutamente legittima. Nulla succede per caso.

L’acqua ha un ruolo fondamentale per la promozione e per la conservazione della nostra salute, ma anche per la nascita e per l’evoluzione di tantissime malattie, compreso soprattutto il cancro.

Ti dimostrerò, come oncologo, che la quantità e la qualità dell’acqua hanno un’importanza notevolissima nel promuovere o nell’ostacolare l’insorgenza del cancro, ma anche nel promuovere o nell’ostacolare l’eventuale guarigione da questa malattia.

Siamo costituiti, in media, per il 70% in peso, di acqua.

Molti non sanno, però, che in biochimica non conta tanto il peso delle molecole, perché quello che conta veramente di più è il numero di molecole, insieme, naturalmente, alle loro singole proprietà.

Noi siamo costituiti per il 99% di molecole d’acqua e solo per l’1% di tutte le altre molecole. La scienza biologica e la scienza medica attuale si interessano dell’1% e trascurano il 99% del numero delle molecole su cui si basa la vita di ogni essere vivente, compresa, naturalmente, la vita dell’essere umano. La scienza attuale trascura, quindi, lo studio dell’acqua e la sua influenza determinante per la promozione e l’eventuale recupero della nostra salute.

Solo questo farebbe comprendere l’importanza del libro che hai fra le tue mani. Non voglio che tu, carissi- mo lettore, creda a quanto sto dicendo, perché siamo su questo pianeta, non per credere passivamente, ma per comprendere.

Quando gli interessi economici o politici in campo sono notevolissimi, è estremamente difficile scoprire la verità. Non è un caso che le “conoscenze” che circolano, in merito a quale acqua bere, siano spesso contraddittorie e fonte di tanta confusione.

Un grande statista, Winston Churchill, (A) disse “La verità è così preziosa che bisogna proteggerla sempre con una cortina di bugie”.

C’è anche chi giustamente ha detto: “Conoscerete la verità e la verità vi renderà liberi”.
Liberi “dalle” malattie e liberi “per” realizzare una vita straordinaria all’altezza dei propri sogni.

Il sapere è potere. Più aumenta la tua reale conoscenza e più aumenta il tuo potere di realizzare i tuoi desideri. Il cervello ed il cuore ci sono stati donati per essere usati. Rappresentano, quindi, i nostri preziosi alleati per scoprire la verità.

C’è un principio biologico che dovrebbero sapere tutti: “Ciò che si usa si sviluppa, ciò che non si usa si perde”. È pertanto essenziale che tu usi al massimo lo spirito critico, perché la nostra vita dipende dalle nostre scelte. E le nostre scelte dipendono da ciò in cui crediamo. La nostra salute dipende, quindi, dalle presunte verità in cui crediamo.

Il filosofo Søren Kierkegaard (B) diceva che ci sono due modi per fallire, uno è quello di credere in qualco- sa di errato, l’altro è di non credere in qualcosa di vero.

“……………………………………………………………………………………………………………………………………………………”

Il grande scienziato Albert Einstein (C) affermava che “Non hai veramente capito qualcosa fino a quando non sei in grado di spiegarlo a tua nonna”. Mi impegnerò a seguire al massimo questo celebre aforisma, in cui credo molto, cercando di essere il più semplice possibile, ma rispettando il rigore scientifico di tutto ciò che troverai scritto.

Link dov’è possibile trovarlo

Alcuni passaggi del libro “L’AMORE è la medicina più potente” con sottotitolo “Come trasformare il cervello nel più efficiente produttore di farmaci che esista”:

“……..Sei un vero campione e forse non lo sai. Sei anche figlio di altri campioni.
Spesso, in realtà, siamo vincenti e ci crediamo perdenti.
Una volta che hai vinto la tua gara per la vita e sei riuscito a penetrare nella cellula uovo di tua madre è iniziata ufficialmente la tua storia su questo pianeta.
Eri più piccolo di un puntino che potresti fare con la tua penna sul libro che hai fra le mani. In quel piccolo puntino c’era sicuramente un progetto.
Guarda una ghianda, essa è destinata a diventare una meravigliosa quercia. Questo perché nella ghianda c’è già il progetto di quella meravigliosa quercia. La libertà e la felicità per la ghianda è realizzare tutto il suo potenziale: diventare una maestosa quercia.
L’obiettivo della ghianda è quello di essere una quercia, non un albero di mandorle od altro.
Anche nel tuo caso la massima libertà e felicità si manifesta se riesci a realizzare il progetto che è inscritto nel tuo genoma, nel tuo patrimonio genetico.
Nel tuo patrimonio genetico, costituito da 46 cromosomi, c’è un vero e proprio progetto scritto con un linguaggio biochimico, costituito da tre miliardi di caratteri, si tratta del progetto più grande esistente nell’universo conosciuto. Sarebbe come avere un progetto enciclopedico costituito da tre milioni di pagine, scritto con linguaggio biochimico. Personalmente conosco più questo linguaggio della lingua cinese o della lingua giapponese.
In quella cellula uovo fecondata c’era sicuramente un progetto anatomico, c’era scritto se dovevi essere uomo o donna, quale doveva essere il colore dei tuoi occhi, dei tuoi capelli, che dopo una certa età doveva iniziare lo sviluppo puberale etc.
La questione su cui però vorrei focalizzare la tua attenzione è che l’essere umano non è costituito di solo corpo. Il passo successivo è allora farti comprendere che in quel progetto straordinario, fatto di tre milioni di pagine, c’è anche un progetto spirituale.”

Link dove è possibile acquistarlo

Alcuni passaggi del libro “La via della guarigione” con sottotitolo “Curare la mente per curare il corpo, curare l’ambiente per curare l’uomo, curare lo spirito per curare il mondo”:

“….La via della guarigione è, e deve essere, quindi, non solo la via della salute, della gioia, del successo ma, soprattutto e prima di tutto, la via della libertà.

“Non c’è vera salute se non c’è vera libertà”.

Già Cartesio (1596-1649) sosteneva che:

“Non c’è nulla interamente in nostro potere, se non i nostri pensieri”.

Questo grande filosofo, padre della filosofia moderna, sosteneva, inoltre, che coloro che riescono ad essere padroni del proprio pensiero, sono da ritenersi “più ricchi e potenti, più liberi e felici di tutti gli altri, i quali, privi di questa filosofia, per quanto favoriti dalla natura e dalla fortuna, non dispongono mai in questo modo di tutto ciò che vogliono”.

Il compito più difficile della vita, ma anche il più importante, è diventare padroni delle proprie emozioni; bisogna imparare a controllare i propri pensieri per imparare a controllare le proprie emozioni ed i propri stati d’animo. Bisogna capire che ognuno è realmente, direttamente o indirettamente, responsabile dei propri stati d’animo, questo perché ciò che sceglie di pensare influisce in modo determinante sul suo stato d’animo. Pensate all’abilità di un regista cinematografico, che riesce a determinare i nostri diversi stati d’animo, facendoci pensare cose diverse, con il gioco della colonna sonora, delle immagini e della trama. Se un regista riesce a manipolare le nostre emozioni, anche noi possiamo riuscirci attraverso…….”

Link dov’è possibile trovarlo

 

Dettagli

Inizio:
28 Aprile @ 16:00
Fine:
1 Maggio @ 16:00