I sogni, la vera energia della vita: la via della guarigione

Cerchiamo di capire perchè nonostante l’estremo ed eccezionale sviluppo tecnologico la gente, troppa gente è infelice…. tanta gente è abituata a trascinare la vita.

Eppure ogni essere umano è nato per fare miracoliè nato per Vivere con la V maiuscola, è nato per dare e ricevere gioia.

Un igrediente essenziale per  avere successo nella vita  è l’impegno.

Non c’è nessun impegno se non c’è un motivo adeguato che ci spinge ad impegnarci.

Il 22 novembre del 1986, nasce a Pretoria, in Sud Africa, un bambino con una grave malformazione alle gambe; all’età di 11 mesi gli vengono amputate tutte e due le gambe.  Attualmente questo ex bambino, amputato bilateralmente, corre grazie a particolari protesi in fibre di carbonio, è stato campione paralimpico nel 2004, inoltre è detentore del record del mondo sui 100,200 e 400 metri. Il suo nome è Oscar Pistorius ed ha espresso quello che per lui è un grande sogno:  “battere i normodotati”.  Il 13 luglio del 2007 gareggia nello stadio Olimpico di Roma con gli atleti normodotati ed arriva secondo.

Questo giovane è un ulteriore esempio dei miracoli che possono essere fatti sull’onda di un enorme impegno, determinato da un grande sogno che funge da motivazione.

Sono fermamente convinto che sempre più in futurosarà rivoluzionato il concetto di handicap.

Il vero handicap, cioè la vera causa di svantaggio, come lo stesso Pistorius  insegna, non sarà determinato da cause di tipo fisico (amputazione di arti od altro) o di tipo  sensoriale (sordità, cecità etc.) ma sarà di tipo psichico e legato ad un deficit di motivazioni, un deficit di sogni, un deficit di volontà, perchè con la forza della volontà, in parallelo con lo sviluppo tecnologico, nei soggetti disabili fisicamente e sensorialmente, sarà sempre più possibile raggiungere traguardi anche molto più alti dei cosiddetti normodotati.

Il vero handicap è, e sarà sempre più, un handicap di sogni, di motivazioni, un handicap di volontà.

La pigrizia è, e sarà sempre più, considerata come la vera madre di moltissime povertà e di moltissime malattie.

La motivazione è il vero motore del comportamento umano. Per alzarsi la mattina, per studiare, per andare a lavorare, per mangiare, per leggere un libro, per frequentare un corso o per qualunque cosa si faccia è necessaria un’adeguata motivazione.

Motivazione o motivazioni di cui si può essere, o non essere (come avviene nella maggior parte dei casi), consapevoli e che possono agire con una forza estremamente variabile, in rapporto con il grado di vicinanza  al nostro cuore ed ai nostri più grandi sogni.

Esiste una fondamentale verità: ognuno di noi ha in sè un grandissimo tesoro.

Bisogna partire sempre dalla consapevolezza che si devono cercare dentro di sè le radici del proprio eccezionale potenziale e che solo così riusciremo a trovare la strada che ci permetterà di fare dei verimiracoli.

Molti non sanno dell’esistenza di questa enorme ricchezza, presente all’interno di ciascuno di noi, per cui spesso cercano fuori di sè ciò che hanno dentro e non cercandola nel posto giusto, non la trovano e di conseguenza non la possono usare nemmeno nei casi di estremo bisogno.

Generalmente siamo così indaffarati ed impegnati in quello che succede nel mondo esterno che ci dimentichiamo di noi stessi.

L’essere umano è diventato capace di utilizzare le energie del mondo esterno (l’energia del vento, del sole, del petrolio e perfino dell’atomo), ed usando queste energie è riuscito ad esplorare le profondità degli oceani, lo spazio, a viaggiare in tempi rapidissimi da un continente all’altro, ma non ha la stessa abilità nel riconoscere ed usare le gigantesche  forze e potenzialità che sono presenti nel proprio interno.

Nella stragrande maggioranza dei casi ignoriamo ciò che avviene dentro ciascuno di noi e siamoincapaci di gestire ed utilizzare, in modo proficuo,le enormi energie che si muovono dentro ciascuno di noi, per cui finiamo per diventareschiavi di essi.

La naturale conseguenza di quanto riferito è che diventiamo apparentemente molto potenti ma, in realtà, siamo fragilissimi nello stesso tempo, diventiamo incapaci di dare e ricevere gioia, che è in assoluto il primo compito di ciascun essere umano.

Il grande tesoro, di cui parlavo prima, si trova soprattutto nelle energie che sono al nostro interno e,  tra queste, le forze più importanti sono quelle  legate alle energie che possono essere mobilizzate dai nostri sogni.

Chi non ha sogni non ha il giusto combustibile, imparate, quindi, ad avere sempre grandi sogni e non permettete a nessuno di ucciderli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *