La forza straordinaria del pensiero: la via della guarigione

La tua vita dipende soprattutto da ciò che pensi, non tanto da ciò che ti accade.

Già Epitteto (55-135 d.C.) filosofo greco sosteneva che:

“Gli uomini non sono disturbati dalle cose che accadono, ma dalle loro opinioni riguardo le cose che accadono”.

Già duemila anni fa circa, c’era chi ha capito che vi era una via per controllare ed essere padroni, non schiavi, delle proprie emozioni e dei propri sentimeni. Questa via passa attraverso le opinioni che ci facciamo delle cose che ci capitano o delle persone che incontriamo. C’è il ruolo centrale del nostro dialogo interno, dei nostri pensieri, delle nostre convinzioni.

La nostra interpretazione di ciò che ci accade è determinante per l’insorgenza delle nostre emozioni, dei nostri sentimenti e dei nostri stati d’animo.

Se una persona che conosciamo non ci saluta, noi ci sentiremo diversamente a seconda delle opinioni che ci facciamo in merito al motivo per cui non ci ha salutato. La realtà ha sicuramente molto più fantasia di noi, magari non ci ha salutato solo perchè era immerso nei suoi pensieri, in quanto, ad esempio, preoccupato per qualche improvviso problema.

Anche quamdo ci innamoriamo di qualcuno, dobbiamo sapere che, generalmene, ci innamoriamo dell’immagine che ci siamo fatti dell’oggetto del nostro amore.

L’immagine reale, poi, può avvinarsi molto, essere peggiore o migliore, ma questo è un altro discorso.

Quello che è certo è che non sono i fatti od i comportamenti degli altri che determinano le nostre emozioni, i nostri stati d’animo ed i nostri sentimenti, ma sono le nostre interpretazioni di questi fatti e di questi comportamenti a determinare come ci sentiamo.

se quanto detto è vero, allora è anche vero che le battaglie decisive e più importanti per la nostra salute e per il nostro successo nella vita si combattono, si vincono o si perdono, prima di tutto e soprattutto all’interno di ciascuno di noi.

Le battaglie più importanti per il nostro futuro si combattono soprattutto nella nostra mente e nel nostro cuore.

Dimmi ciò che pensi e ti dirò che vita hai e, stando all’evoluzione delle conoscenze scientifiche, anche di quali malattie soffrirai.

E questo, non solo perchè pensieri e convinzioni diverse portano ad emozioni e stili di vita diversi con impatto sanitario consenguenziale. Ma anche perchè pensieri diversi modificano diversamente la nostra biologia.

Sono già disponibili abbondanti dati scientifici che dimostrano quanto detto.

Esiste, ad esempio, una malattia psichiatrica, definita Personalità Multipla; questa malattia è caratterizzata dal fatto che l’individuo presenta personalità diverse, a volte contrastanti, e che si presentano in circostanze diverse, con un passaggio da una personalità all’altra, a volte, rapido, a volte , molto graduale. Ognuna di queste personalità è caratterizzata da un proprio modo di percepire sè stessa , il mondo e gli altri e, quindi, ha un diverso modo di rapportarsi con sè, con gli altri e con il mondo.

Ogni personalità differente del paziente è caratterizzata da pensieri, emozioni e comportamenti diversi.

Le differenze fra una personalità e l’altra dello stesso individuo, non si limita agli aspetti psichici, ma riguarda anche gli aspetti somatici, sessuali, culturali ed anche le malattie. Vengono riportati casi di pazienti che presentano il diabete, quando assumono una certa personalità, e hanno la glicemia perfettamente normale, quando assumono una personalità diversa. Sono documentati anche casi in cui l’allergia appariva o scompariva a seconda del tipo di personalità assunta dal soggetto.

Potrei fare diversi altri esempi scientifici di come pensieri, convinzioni e parole diverse, modificano e scolpiscono in modo differente non solo il nostro cervello ma anche il nostro corpo.

Tutto ciò che avviene nella nostra mente si ripercuote inevitabilmente su ogni cellula del nostro corpo, e viceversa.

pensieri diversi portano ad emozioni, sentimenti e pesonalità diverse con una conseguente biologia differente.

pensieri tristi creano cellule tristi e pensieri felici creano cellule felici.

Come giustamente riferisce Edmund Spencer:

“E’ la mente che fa sani e malati, che rende tristi o felici, ricchi o poveri”

Nei prossimi articoli vedremo le tecniche per essere padroni del proprio futuro attraverso il controllo dei propri pensieri.

Buona strada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *